All posts in Gussago

Rossella & Adriano – 29 settembre 2017 Gussago (Bs)

Una bella giornata di sole, tanti amici, genitori e parenti commossi, un castello che guarda Brescia dall’alto, e voglia di festeggiare fino a tardi, ecco in poche parole il Matrimonio di Rossella e Adriano.

La cerimonia si è svolta nella Parrocchia di Santa Maria Assunta, elegantemente addobbata dai fiori di Angelo e Romina di Officina del Fiore, gli Sposi visibilmente emozionati si sono scambiati le loro promesse alla presenza dei loro cari.

Per il ricevimento ci siamo trasferiti a Castello Malvezzi, bellissima location che domina Brescia dall’alto, la giornata è trascorsa in un clima allegro e scherzoso, al tramonto è stata tagliata la torta nuziale ed è stato dato il via alle danze.

Alla fine della serata ci siamo trasferiti a Lumezzane presso i genitori dello sposo per il tradizionale Brodo di Gallina e per assistere ad uno spettacolo di fuochi d’artificio, organizzato a sorpresa dagli amici degli Sposi a conclusione di una magnifica giornata.

Devo ringraziare Federico Rongaroli che oltre ad aver scattato le foto dei preparativi di Adriano che vedete in questo post mi ha aiutato e sopportato tutto il giorno 😉 (chi mi conosce sa che sul mio lavoro sono pesante).

Colonna Sonora: Tender – Blur

Vai Alla Galleria

Roberta & Daniele – 21 Luglio 2017 Rodengo Saiano (Bs)

In 2017,abbazia olivetana,bouquet,cake topper,fiori,foto della settimana,Foto senza pose all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Fotografo a Gussago,Fotografo a Gussago (bs),Fotografo Brescia e Provincia,Fotografo di Matrimoni,Fotografo di Matrimonio,Fotografo di Matrimonio a Brescia e Provincia,Fotografo di Matrimonio a Gussago,Fotografo di Matrimonio a Le Cantorie Gussago,Fotografo di Matrimonio a Rodengo Saiano,Fotografo di Matrimonio all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Fotografo di MAtrimonio in Franciacorta,fotografo di matrimonio in lombardia,fotografo di matrimonio in provincia di brescia,Fotografo di Nozze,Fotografo di Nozze a Brescia,Fotografo di Nozze a Gussago,Fotografo di Nozze a Le Cantorie Gussago,Fotografo di Nozze all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Fotografo di Nozze in Franciacorta,fotografo di nozze in lombardia,Fotografo Franciacorta,Fotografo in Franciacorta,Fotografo Matrimonio Gussago,Franciacorta,groom,Gussago,La foto della settimana,matrimoni,Matrimonio,Matrimonio a Le Cantorie Gussago,Matrimonio all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Matrimonio senza pose a Le Cantorie Gussago,Nozze a Le Cantorie Gussago,Nozze all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Nozze senza pose a Le Cantorie Gussago,photographer in brescia,Photographer in Franciacorta,reportage di Matrimonio,Reportage di Matrimonio a Le Cantorie Gussago,Reportage di Matrimonio all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,reportage di Nozze,Reportage di Nozze a Le Cantorie Gussago,Reportage di Nozze all'Abbazia Olivetana Rodengo Saiano,Rodengo Saiano,sposa,sposo,wedding,Wedding Cake,Wedding Photographer in Brescia,Wedding Photographer in Franciacorta,Wedding Photographer in Gussago,wedding photographer in Le Cantorie Gussago,wedding photojurnalist in Le Cantorie Gussago,wedding reportage,wedding reportage in Le Cantorie Gussago by @lezD / 5 febbraio 2018 / 0 Comments

L’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano è una delle Chiese più suggestive in Franciacorta, addobbata con gusto e cura dei particolari è stata la cornice ideale per il Matrimonio di Roberta e Daniele.

Finita la cerimonia ci siamo trasferiti alle Cantorie, bellissima Cantina che guarda Gussago dall’alto, qui gli Sposi circondati da parenti e amici, e alla presenza del loro cane Fred, hanno festeggiato in un magnifico clima conviviale il loro grande giorno.

Durante tutta la giornata sono stato aiutato da Federico Rongaroli (le foto della preparazione di Daniele sono state scattate da lui) e non posso che ringraziarlo.

Colonna Sonora: That Day – Lali Puna.

PS: Lo scatto del taglio della torta in cui si vede un fulmine sullo sfondo si è classificata al settimo posto nel 2 contest 2017 della WPJA nella categoria Weather, un motivo in più per ringraziare gli Sposi per la fiducia che hanno riposto in me.

Vai Alla Galleria

Sarah & Stefano – 24 giugno 2017 Le Cantorie Gussago (Bs)

Dalle cantine australiane ai vigneti della Franciacorta , questo è il viaggio che hanno affrontato Sara, Stefano e i loro bambini per celebrare il loro Matrimonio.

Tutto si è svolto presso Le Cantorie, una bellissima cantina che guarda dall’alto Gussago e la Franciacorta, la cerimonia all’aperto con vista sulla Santissima è stata emozionante, poi è cominciata la festa tra tanti brindisi, sorrisi e baci.

Dopo il Taglio della Torta Nuziale la festa è proseguita con musica e danze fino a tarda notte.

Colonna Sonora: Encore – Red Hot Chili Peppers

Vai Alla Galleria

Deborah & Nicolò – Engagement Session

Deborah e Nicolò mi hanno permesso di realizzare la prima sessione di ritratti prematrimoniali (o engagement session come dicono gli anglofoni), cosa significa?

Si tratta di ritratti degli sposi realizzati prima del Matrimonio (e qui so già che un sacco di coppie del mezzogiorno mi diranno: da noi si fa da sempre, gli americani sono arrivati tardi!), possono essere usati per le partecipazioni o per il tableau mariage, o anche solo per stamparne qualcuna da mettere a casa.

A questo punto mi direte: ma tu non eri il nemico delle foto in posa? Perché realizzi questi servizi?!?

Si, sono il nemico delle foto in posa ma relativamente al Matrimonio, sono convinto che quel giorno dev’essere dedicato agli sposi e agli invitati e non a scattare mille foto che non raccontano niente della giornata, per questo motivo lo scorso anno una coppia di sposi che mi ha scelto per il servizio di Matrimonio non ha avuto il coraggio di chiedere dei ritratti prematrimoniali e si è avvalsa di un altro fotografo per realizzarli, eppure sono convinto che fissare una sessione di ritratti con un fotografo non sia un reato se questi vengono realizzati appositamente in una giornata dedicata, quando Deborah e Nicolò hanno chiesto la mia disponibilità sono stato felice di rispondere affermativamente.

Ovviamente lavoro alla realizzazione di queste foto nella maniera più spontanea possibile, come nel quarto d’ora di “passeggiata” che consento agli sposi che mi fanno richiesta di alcuni ritratti della coppia, quindi senza richiedere pose statiche ma chiacchierando e muovendomi insieme ai soggetti e devo dire che questa esperienza, anche grazie alla infinità disponibilità di Deborah e Nicolò, è stata veramente piacevole.

In conclusione, se volete realizzare dei ritratti prima del vostro matrimonio (o dopo, tipo trash the dress) non esitate a chiederlo, finora non ho ancora mangiato nessuno 😉

(Vai alla Galleria)

Perché fotografare (Una risposta personale)

Nel post precedente ho cercato di dare una risposta alla domanda “perché fotografiamo?”, eppure so che questa risposta non è sufficiente a chiudere questo discorso, allora perché fotografiamo?

Questa domanda per chi deve fotografare è come la pagina bianca per chi deve scrivere, spesso un ostacolo che sembra insuperabile sul proprio cammino, facendo questa domanda ho avuto la paura di scoprire che tutto quello che faccio ogni giorno è in realtà inutile, mi sono chiesto cosa posso fare per dare un senso alla mia vita e sono rimasto senza risposte.

Eppure so che, anche se non possono saziare la fame nel mondo, le fotografie possono obbligarci a guardare negli occhi chi ha fame e ad affrontare il problema, anche se non possono far finire le guerre con un click, possono spingere le persone a fare pressioni ai governi per farle smettere, ma so anche che il rischio di assuefazione a queste immagini è dietro l’angolo, che per attirare la nostra attenzione i fotografi ci propongono immagini sempre più dure e difficili da guardare e che il pubblico diventa sempre più indifferente a quello che vede, oggi l’immagine del soldato americano ucciso a Lipsia realizzata da Capa rischierebbe di passare inosservata.

La fotografia quindi è un gatto che si morde la coda?

Penso che nel mondo d’oggi non si possa più fare a meno della fotografia, sono convinto che per un professionista diventa sempre più difficile offrire una visione che sia allo stesso tempo accattivante esteticamente (per attirare l’attenzione del fruitore), piena di significato e funzionale al contesto in cui è inserita, ma questa è la sfida che affronta ogni giorno un professionista e che rende interessante questo mestiere, però non basta a giustificare la scelta di prendere una macchina fotografica e iniziare a fotografare (si possono trovare sfide da affrontare ogni giorno in ogni mestiere).

Per cercare di dare una risposta quindi bisogna partire da se stessi, perché io fotografo?……(CONTINUA)

C’è sempre un motivo per stupirsi – Settimane di silenzio e considerazioni sparse

Quest’anno non ho scritto molte cose sul blog, ci sono un paio di ragioni e posso anche svelarle: