Inquadrare, respirare e amare.

Stavo sistemando alcune immagini e, vedendone una di cui ricordo la fatica che ho fatto per dare un senso all’inquadratura in fase di scatto, mi sono accorto che a volte un’inquadratura è come una barca impazzita e in balia delle onde, tu devi cercare di dargli una rotta,
altre volte è li che ti aspetta e devi solo premere un bottone.

A volte scattare fotografie è una caccia che ti sazia di immagini e ricordi, altre volte è come progettare ed edificare una casa da zero, per avere un tetto sopra la testa ed un posto caldo.

Fotografando, a volte, ti sembra di respirare,
ma in alcuni casi per scattare dovrai trattenere il respiro.

A volte le tue immagini saranno solamente tue, ragionamenti sui massimi sistemi o semplice voglia di stare da solo,
altre volte però diventeranno importanti per altre persone, e saranno come un’amicizia o un amore.

Colonna Sonora: Grace – Florence + the Machine

Leave A Response