Ultimi pensieri del 2016

Alcuni anni fa, leggendo un’intervista ad un noto fotografo naturalista, provai molto fastidio nello scoprire che riteneva la fotografia di matrimonio una cosa falsa, che non lo interessava e che non avrebbe voluto praticare, mi diede fastidio perché era un punto di vista superficiale, di chi non si rende conto di quanto sia importante per gli sposi avere un ricordo visivo di qualità di un momento tanto importante per la loro famiglia.

Il 2016 è stato un anno veramente particolare per la fotografia di matrimonio in Italia, con la legge cirinnà sulle unioni civili anche le coppie omosessuali possono (finalmente) sposarsi nel nostro paese, non voglio entrare nel merito di una legge sicuramente migliorabile ma per noi fotografi di matrimonio questo ha rappresentato un momento importante, per una volta le nostre immagini hanno documentato un momento fondamentale non soltanto per le famiglie che si sono affidate a noi ma anche a livello sociale, vi posso assicurare che le lacrime di una mamma viste durante la cerimonia di un matrimonio omosessuale che ho fotografato quest’anno erano vere, vi posso assicurare che l’emozione provata quel giorno era vera e molto forte, molto più di certe immagini di paesaggi mozzafiato che ci capita di vedere.

Sono convinto che tra alcuni anni non ci sarà più distinzione tra un matrimonio tradizionale ed un’unione civile, finalmente sembrerà a tutti una cosa normale, riguardando a questi giorni troveremo le immagini di tanti fotografi matrimonialisti a documentare un momento tanto importante per la storia del nostro paese e sono felice di far parte di una categoria che ha partecipato attivamente a questo cambiamento.

Auguri di buon anno a tutti.

Leave A Response