Fotografo di Matrimonio alle due colombe

Quanti di noi hanno pensato: speriamo che questo 2020 finisca presto?

Almeno una volta?

Anch’io l’ho esclamato, quest’anno è come stare in una grande sala d’attesa aspettando il proprio turno per qualcosa di sgradevole.

Non è successo anche a voi?

Però quest’anno nelle nostre speranze e intenzioni doveva essere ben diverso.

Fotografo di Matrimonio a Gussago

Io ho iniziato l’anno con il proposito di rilanciare seriamente la mia attività in Lombardia.

Negli ultimi anni ho viaggiato tanto per lavoro e ho vissuto esperienze bellissime ma malgrado tutte le emozioni e i premi ho dovuto ammettere a me stesso che nella mia regione (e nella provincia in cui vivo) Alessandro Di Noia Fotografo è quasi sconosciuto.

Ecco perché ho rifatto il sito, per lo stesso motivo pensavo (niente di definitivo) di partecipare a qualche fiera di settore, 9 anni dopo il gennaio 2011, anno della mia ultima presenza a Sposi e Progetti a Montichiari.

Il covid mi ha costretto a rivedere i piani, ma bisogna avere la forza di guardare a quello che è successo in modo razionale.

Durante il lockdown ho avuto modo di ripensare alla mia vita e alla mia attività e ho provato a mettere a fuoco quello che veramente conta.

Fotografo di Matrimonio a Bersi Serlini

La ripartenza dovrà avvenire per forza da quei ragionamenti.

Poi bisogna avere coraggio e pensare che quest’anno non è ancora finito, anche se pare difficile può ancora regalarci emozioni e momenti felici; per questo motivo dobbiamo sforzarci di avere un approccio positivo, ogni giorno.

Dopo la seconda guerra mondiale il cinema in Italia ha avuto un momento d’oro con il neo realismo, nei film venivano raccontate storie in cui tutti si riconoscevano, storie del quotidiano.

Noi abbiamo vissuto un’esperienza molto meno drammatica, ma pur sempre un’esperienza comune a tutti, infatti il primo discorso con ogni conoscente dopo il lockdown è sempre: cos’hai fatto durante la chiusura?

Non voglio dire che avremo una nuova epoca d’oro delle arti, ma che sforzandoci sapremo cogliere le cose positive di quest’anno tanto strano.

Magari questi mesi che ci separano dal 2021 ci regaleranno qualcosa di bello e da ricordare.

Per un po’ avremo nuove storie da ascoltare e da raccontare, per questo mi impegno ad essere positivo ogni giorno, d’altronde raccontare storie è un po’ il mio lavoro.

Colonna Sonora: Despair – Yeah yeah yeahs

Leave a Reply