Fotografo di matrimoni a Palazzo Barbò a Bergamo

Abbiamo sperato nel 2021 per tornare alla vita normale, ma la situazione è ancora complicata.

Parlando con le coppie che si devono sposare quest’anno ho sentito molte preoccupazioni, voglio condividere i miei pensieri sui matrimoni nel 2021.

Cosa Sappiamo oggi?

Ad oggi non possiamo fare delle previsioni certe:

Le vaccinazioni sono in corso ma serve tempo, lo stato d’emergenza (probabilmente) sarà prorogato fino al 30 aprile e potrebbe subire ulteriori proroghe.

Lo scorso anno i contagi sono diminuiti nei mesi più caldi, liberando posti in terapia intensiva per chi ne aveva urgente bisogno senza pesare troppo sul sistema sanitario.

Tra luglio e settembre spero che i matrimoni saranno celebrati senza grosse limitazioni (penso distanza di sicurezza e mascherine nei luoghi chiusi).

Per quanto riguarda giugno, nel 2020 i ricevimenti sono stati autorizzati dopo il 13; eravamo appena usciti dal lockdown e gli ospedali erano ancora sotto pressione, quest’anno spero che si possa arrivare alla primavera in condizioni migliori.

Ad ottobre 2020 ho finito i matrimoni nel primo week end, a memoria credo che abbiano continuato le celebrazioni almeno fino alla metà del mese.

I mesi che non ho citato per ora mi sembrano quelli più a rischio.

Cosa possiamo fare?

Sono convinto che tutti gli operatori del settore matrimoni vogliano rispettare i contratti stipulati in questi mesi, muoversi in concerto con tutti vi aiuterà a non dover rinunciare delle persone di cui vi fidate per le vostre nozze.

So che è brutto ma bisogna pensare anche a soluzioni alternative.

Se la situazione non migliorerà sarà difficile organizzare ricevimenti da 200 invitati, a meno di avere lo spazio necessario a mantenere le distanze di sicurezza.

Animazione e intrattenimento musicale possono essere fatti in sicurezza, a mio avviso però sono i momenti più complicati da gestire.

Bisognerà ricordare agli invitati di seguire sempre le indicazioni che ci verrano date quel giorno, per rispetto di tutti gli altri, compreso chi è li per lavoro.

Quindi?

Il miglior consiglio che vi posso dare è di restare in contatto con i vostri fornitori, per cercare soluzioni e condividere informazioni, in questo modo sarà più facile affrontare la situazione.

Spero di poter scrivere presto che tutto è finito ma per ora resistiamo e cerchiamo di rimanere uniti.

Colonna sonora: The ballad of john and yoko – The Beatles

Leave a Reply